IN VIAGGIO SULLE AUTOLINEE

 

Di seguito vengono riportate tutte le informazioni necessarie per viaggiare sulle linee delle aziende di trasporto socie delle Società Consortili.

Tutte le informazioni sono riportate nelle “Condizioni generali di trasporto” affisse a bordo dei veicoli.

 

CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO

 

Disposizioni generali

· Non utilizzare i mezzi senza documento di viaggio valido;

· non occupare più di un posto a sedere ed ingombrare le zone di salita e discesa senza motivo;

· occupare sempre tutti i posti a sedere fino a che ve ne sia disponibilità e rimanere seduti per tutta la durata del viaggio fino a che l’autobus non si sia fermato;

· al viaggiatore non è garantito il posto a sedere;

· se in piedi, affrancarsi alle apposite maniglie mancorrenti;

· non arrecare danni o sporcare i mezzi di trasporto o le infrastrutture;

· rispettare il divieto di fumo sui mezzi e negli spazi aperti al pubblico (L. n. 3/16.01.2003);

· non gettare oggetti dal mezzo;

· agevolare durante il viaggio le persone anziane e i disabili e rispettare le disposizioni relative ai posti a loro riservati;

· non avere comportamenti tali da recare disturbo ad altre persone;

· rispettare le norme per il trasporto di cose e/o animali;

· non utilizzare senza necessità il segnale di richiesta di fermata o il comando d’emergenza d’apertura delle porte;

· attenersi alle norme che regolano le formalità relative ai controlli in vettura;

· rispettare le avvertenze e le disposizioni dell’azienda che eroga il servizio, nonché le indicazioni ricevute dal personale per non compromettere in alcun modo la sicurezza del viaggio ei livelli del servizio;

· non esercitare attività pubblicitaria e commerciale senza il consenso dell’azienda;

· allacciarsi la cintura di sicurezza quando il posto occupato ne fosse provvisto. I viaggiatori che contravvengono a queste disposizioni possono essere rifiutati in vettura o essere fatti scendere alla fermata più vicina prima di aver completato il viaggio, ad opera del personale dell’Azienda, senza alcun pregiudizio per l’eventuale ulteriore azione legale.

 

Salita e discesa dagli autobus

· La salita e la discesa dagli autobus deve avvenire esclusivamente in corrispondenza delle   fermate autorizzate poste lungo i percorsi delle linee.

Se la fermata è a richiesta, il viaggiatore deve segnalare per tempo l’intenzione di salire o scendere dall’autobus: per la salita con la propria presenza in corrispondenza delle fermate e facendo cenno col braccio, per la discesa utilizzando e prenotando con gli appositi segnali in vettura.

· Dove previsto, utilizzare per la salita e la discesa le porte contrassegnate con l’apposita simbologia.

· Non è ammessa la salita sull’autobus se è già stato raggiunto il numero complessivo massimo di viaggiatori previsto dalla carta di circolazione del veicolo; In caso di sovraffollamento alla partenza hanno diritto di precedenza alla salita i viaggiatori che devono percorrere il tragitto più lungo.

 

Documenti di viaggio

· Prima di accedere a bordo il viaggiatore deve essere in possesso di regolare documento di viaggio emesso dall’Azienda che eroga il servizio acquistato a terra presso le rivendite autorizzate o di documento personale che attesti l’ammissione alla libera circolazione sugli autobus secondo le norme vigenti.

Quando previsto, è possibile acquistare anche a bordo il biglietto di corsa semplice, pagando la maggiorazione prevista dalla Legger Regionale n. 44/89, pari alla tariffa ordinaria minima. In caso di acquisto a bordo e obbligatorio munirsi di denaro contante di taglio non superiore ad € 10,00.

All'utente sprovvisto di regolare titolo di viaggio e che si rifiutasse, eventualmente, di acquistarlo all'atto della salita sul mezzo, verrà negato l'accesso all'autobus e conseguentemente il servizio.

· Il viaggio deve essere regolarizzato tramite convalida,  appena saliti a bordo, del titolo di viaggio; anche gli abbonamenti vanno convalidati all’atto del primo utilizzo. In caso di malfunzionamento della convalidatrice, il viaggiatore è tenuto a darne immediato avviso al conducente presentando contemporaneamente il documento di viaggio.

I viaggiatori in possesso di abbonamento o di tessera di libera circolazione, al momento della salita sull’autobus, devono esibire al conducente il documento di viaggio.

Gli abbonamenti hanno validità solo se abbinati alla tessera di riconoscimento il cui numero deve essere riportato sull'abbonamento a cura del viaggiatore.

· I documenti di viaggio devono essere conservati integri per tutta la durata del viaggio, alla discesa e nelle immediate vicinanze, avendo anche valore di scontrino fiscale.

· I viaggiatori sono tenuti a esibire il documento di viaggio ad ogni controllo eseguito dal personale addetto. Se non si è in possesso del documento o se risultasse irregolare, non perdersi in inutili discussioni con chi è preposto al controllo; per eventuali controversie fare riferimento agli uffici preposti (vedi capitolo 11 - Segnalazioni e reclami).

· Ai viaggiatori irregolari verrà erogata la sanzione come previsto dalla L.R. 2013

 

Concessioni di viaggio gratuite.

· Sono ammessi a viaggiare gratuitamente gli appartenenti all’Arma dei Carabinieri, della Pubblica Sicurezza, della Polizia Stradale, della Guardia di Finanza nonché del Corpo degli Agenti di Custodia e del Corpo Forestale dello Stato, solo se in servizio di pubblica sicurezza.

· Hanno diritto alla libera circolazione i funzionari dello Stato in possesso di tessera D.G.M., nonché i funzionari della Regione e della Provincia addetti alla sorveglianza sui servizi locali di trasporto in possesso di tessera rilasciata dall’Ente di appartenenza.

 

Trasporto di bambini

Ogni viaggiatore, munito di documento di viaggio, ha la facoltà di far viaggiare gratuitamente un solo bambino di altezza non superiore al metro.

Quando un viaggiatore ha con se più bambini inferiori al metro d’altezza, oltre al documento di viaggio per l’accompagnatore, è necessario l’acquisto di un biglietto ogni due bambini. I bambini non paganti non hanno diritto ad occupare posti a sedere e devono essere tenuti in grembo.

 

Trasporto di animali domestici

Ogni viaggiatore, munito di documento di viaggio, può portare con se un animale domestico di piccola taglia a condizione che allo stesso sia stato applicato un congegno atto a renderlo inoffensivo (museruola, guinzaglio, gabbiette, scatole, ecc.);

Il trasporto di animali al seguito comporta l’acquisto del relativo biglietto secondo le tariffe in vigore.

Durante il trasporto è cura dell’accompagnatore evitare che l’animale salga sui sedili, insudici o deteriori la vettura o rechi danni ai viaggiatori. Ove ciò succeda, l’accompagnatore è tenuto al risarcimento degli eventuali danni.

I cani guida per non vedenti sono ammessi a viaggiare gratuitamente a meno che il non vedente sia assistito da accompagnatore con viaggio gratuito.

Il trasporto di animali, esclusi i cani guida, può essere rifiutato in caso di affollamento dell’autobus.

 

Trasporto di cose

Ogni viaggiatore può trasportare gratuitamente un solo bagaglio purché le dimensioni non siano superiori a cm. 50x30x25. Per ogni ulteriore bagaglio e per quelli che eccedono le dimensioni suddette dovrà essere acquistato il relativo biglietto alla tariffa in vigore.

Il bagaglio no può mai occupare i posti a sedere e non deve ingombrare porte e piattaforme.

Sono comunque esclusi dal trasporto bagagli contenenti merci maleodoranti, pericolose, nocive o infiammabili; l’Azienda che eroga il servizio si riserva di rivalersi sul viaggiatore per eventuali danni causati dalla natura del suo bagaglio.

Le Aziende rispondono della perdita e delle avarie al bagaglio dei viaggiatori se determinate da cause imputabili al vettore stesso e comunque il risarcimento del danno non può eccedere i limiti previsti dalle Leggi 202/54 e 450/85.

 

Rimborso titoli di viaggio

Per il rimborso dei titoli di viaggio, si fa esplicito riferimento alle disposizioni richiamate nel regolamento regionale  5/2002

Lecco Trasporti prevede forme di rimborso qualora, per anomalie imputabili all’Azienda, la partenza avvenga con un ritardo superiore ai 60 minuti e non vi siano altre corse in partenza nello stesso lasso di tempo.

Non sono previste forme di rimborso qualora, per cause di forza maggiore, il servizio non venga effettuato o sia irregolare.

Laddove previsto, il rimborso consiste nel riconoscimento del prezzo del biglietto acquistato, e nel caso di abbonamento, nel riconoscimento del prezzo del biglietto di corsa semplice corrispondente alla tariffa della tratta cui si riferisce l’abbonamento.

Qualora il cliente per causa motivata e dimostrabile, non potendo usufruire di altri mezzi pubblici di trasporto collettivo, sia costretto ad effettuare il viaggio ricorrendo ad altro mezzo di trasporto, l’Azienda riconosce, quale concorso alle spese sostenute e documentate, il rimborso di un importo fino ad un massimo di dieci volte il costo del biglietto della tratta effettuata.

La richiesta scritta di rimborso deve essere inoltrata in carta semplice entro le 48 ore successive all’evento, documentando in maniera adeguata il mancato servizio (giorno, fermata, ora, linea, eventuale ricevuta fiscale,….) a:

Lecco Trasporti Via della Pergola, 2 – 23900 – Lecco

Lecco Trasporti riconosce inoltre il rimborso degli abbonamenti prima della loro scadenza, previa richiesta dell’utente, in carta semplice senza obbligo di specificarne la motivazione, da presentarsi presso la sede aziendale.

Il rimborso, nei limiti sotto riportati, è riconosciuto in relazione ai titoli con validità residua superiore alla metà di quella complessiva:  

· per l’abbonamento annuale, nella misura del 90% della quota relativa ai mesi interi successivi a quello in cui viene restituito

· per l’abbonamento mensile, in misura del 90% della quota corrispondente ai gironi interi successivi a quello in cui viene restituito.

 

 A seguito di adeguamento tariffario,i titoli di viaggio acquistati precedentemente all’adeguamento conservano validità per i trenta giorni successivi all’entrata in vigore dello stesso.

Decorso tale termine non possono essere utilizzati salvo nel caso di abbonamenti annuali con validità residua.

In caso di adeguamento tariffario il rimborso dei titoli di viaggio non più utilizzabili è pari al100% della tariffa ed è garantito agli utenti per un periodo non inferiore a tre mesi dalla data di cessazione di validità dei titoli stessi.

 

Orari e coincidenze

Gli orari esposti al pubblico possono subire variazioni anche durante il loro periodo di validità. L’Azienda declina ogni responsabilità per le conseguenze derivanti da ritardi, perdute coincidenze ed, in genere, per qualsiasi evento indipendente dalla propria volontà.

 

Infrazioni e sanzioni

Il viaggiatore sprovvisto di regolare documento di viaggio valido o di tessera di riconoscimento è soggetto al pagamento della sanzione amministrativa fissata da Regione Lombardia (L.R. 6/2012 come modificata dalla L.R. 18/2013 - importo pari a 100 volte la tariffa minima) oltre al prezzo del biglietto e alle spese amministrative di gestione della pratica.

Gli importi delle sanzioni sono di seguito riportati:

 

                                                SANZIONI PER IRREGOLARITA' DI VIAGGIO

PAGAMENTO

    Immediato

Entro 5 gg.

Oltre 5 gg. ed entro 60 gg.

Oltre 60 gg.

PRIMA VIOLAZIONE

  €            30,00

  €        45,00 2

  €        58,00 2

  €      175,00 3

DALLA SECONDA VIOLAZIONE1

  €            60,00

  €        75,00 2

  €     101,00 2

  €      305,00 3

DIMENTICANZA ABBONAMENTI MENSILI E ANNUALI4

              /

  €        10,00 4

  €       15,00 4

  €      175,00 3

 

1 Recidività entro 3 anni.

2 Comprensivo di spese di procedimento (€ 15,00)

3 Comprensivo di spese di procedimento (€ 15,00), postali e di pratica (€ 30,00)

4 A partire dalla seconda dimenticanza, a titolo di spese di procedimento.

 

Le sanzioni possono essere pagate tramite contanti o bancomat presso: SAL - Via della Pergola,2 - Lecco (Lun-Ven 9.00-12.00; 14.00-17.30), oppure tramite versamento sul c.c. postale n. 15671225.

Trascorsi inutilmente i 60 giorni, verrà inviata lettera raccomandata. Trascorsi 30 giorni dalla data di invio del sollecito, in caso di mancato pagamento si adiranno le vie legali per il recupero del credito con addebito di tutte le spese derivanti.

 

ART.46 L.R. 6/2012 COSI’ COME MODIFICATO DALL’ART.1 L.R. 18/2013

 

·     Gli utenti dei servizi di trasporto pubblico regionale e locale sono tenuti a munirsi di idoneo e valido titolo di viaggio, a conservarlo per la durata del percorso e sino alla fermata di discesa, nonché ad esibirlo a richiesta del personale di vigilanza. L'inosservanza di tali obblighi comporta l'applicazione della sanzione amministrativa da un minimo di trenta ad un massimo di cento volte il costo del biglietto ordinario di corsa semplice di classe minima. In caso di reiterazione della violazione entro tre anni, la sanzione è raddoppiata.

·     Salvo quanto previsto dai commi 1 bis e 2, le violazioni amministrative previste a carico degli utenti dalla presente legge sono applicate secondo i criteri previsti dalla legge 24 novembre 1981, n. 689 (Modifiche al sistema penale) e accertate e contestate da personale e/o soggetti a ciò espressamente incaricati delle aziende di trasporto nel rispetto della normativa vigente. L'ordinanza-ingiunzione di cui all'articolo 18 della legge 689/1981, è emessa dal direttore dell'azienda di trasporto incaricato. Per le ferrovie di cui all'articolo 8 del d.lgs. 422/1997 competente all'emissione dell'ordinanza-ingiunzione di cui all'articolo 84 del d.p.r. 753/1980 è il direttore dell'azienda incaricato

·     Nell'ambito del trasporto pubblico regionale e locale, a bordo dei mezzi e nei locali di esercizio, al fine di garantire maggiore sicurezza all'utenza, i gestori dei servizi di trasporto pubblico nonché l'ente locale competente territorialmente possono affidare le attività di controllo, prevenzione, contestazione e accertamento, sull'osservanza delle disposizioni per la cui violazione è prevista una sanzione amministrativa, anche a guardie giurate nominate e allo scopo autorizzate […] o a personale con la stessa qualifica appartenente a istituti di vigilanza privata

 

In caso di riscontrato abuso delle tessere di riconoscimento o di libera circolazione, oltre al pagamento dell’ammenda e del prezzo del biglietto, è previsto da parte dell’Azienda il sequestro definitivo del documento.

 

Oggetti rinvenuti

Gli oggetti eventualmente rinvenuti a bordo degli autobus vengono tenuti in custodia e a disposizione presso gli uffici dell’azienda per un periodo max di tre mesi. Informazioni in merito possono essere richieste contattando gli Uffici della sede di Lecco in via della Pergola, 2 nei giorni feriali dalle ore 8.30 alle 18.00.

 

Reclami e segnalazioni

Le segnalazioni riguardanti disservizi, anomalie  o irregolarità di servizio possono essere inoltrate telefonicamente, per lettera e/o e-mail direttamente agli uffici dell’Azienda : S.A.L. s.r.l. – Direzione d’Esercizio via della Pergola, 2 – 23900 Lecco, tel: 0341/363148, fax: 0341/286471, e-mail:sal@sal-autoservizi.it .

Per quanto concerne il reclamo, il cliente deve specificare le proprie generalità e indirizzo. L’accaduto o oggetto della violazione deve essere esposto chiaramente, oltre ad essere corredato da eventuali documenti o circostanze note al cliente al fine di facilitare la ricostruzione dell’iter della pratica da parte dell’ufficio.

E’ garantita la riservatezza del trattamento dei dati personali trasmessi nell’osservanza delle disposizioni normative stabilite dal D.Lgs. 196/2003 ed è cura dell’ufficio informare il cliente sull’iter della pratica in qualsiasi momento dandone in ogni caso risposta allo stesso entro dodici gg. dalla data di ricevimento della segnalazione.

 

Sospensione del servizio

Le linee sono sospese completamente nei giorni: 25 Dicembre, 1 Gennaio e 15 Agosto.- Nei giorni di festività infrasettimanale civile/religiosa il servizio è svolto con le modalità del servizio “festivo”

 

Nota: il presente regolamento e’ emanato in riferimento alle norme contenute nel DPR n. 753/80 e, per le linee amministrate dalla Regione Lombardia, nelle Leggi Regionali n. 20/77, 7/82.

 

******************

 

 

ultimo aggiornamento: 31/07/2015